Vedi profilo

Il recinto invisibile

Insert Coin
Il recinto invisibile
di Insert Coin • Newsletter #22 • Visualizza online
Non viene naturale pensarci, ma i giochi che vengono fruiti su mobile, console e molti di quelli su PC sono quelli che vengono accettati dai produttori della piattaforma: quelle esperienze che rispettano determinati canoni - soprattutto tematici - e quindi vengono approvati da Sony, Microsoft, Nintendo, Apple, Google e Valve, in particolare, sulla base di condizioni che non sono trasparenti, ossia che non sono note ai giocatori che poi navigano fra le pagine dei negozi digitali.
L'editore e lo sviluppatore di Martha is Dead, rispettivamente Wired Productions e LKA, hanno annunciato che la versione del gioco su PS4 e PS5 dovrà essere ritoccata e “alcuni elementi non saranno giocabili” rispetto alle edizioni che arriveranno su PC e Xbox e che non hanno avuto bisogno di modifiche. Non è chiaro cosa sia stato modificato né perché.
Martha is Dead è un'esperienza che tratterà di tematiche adulte. Cito la descrizione del gioco presente su Steam: “Mentre il conflitto tra la Germania e le Forze Alleate diventa sempre più intenso, viene rinvenuto il corpo dissacrato di una donna… Martha!
Martha è morta e Giulia, sua sorella gemella, la giovane figlia di un soldato tedesco, deve affrontare il pesante trauma della perdita e le conseguenze del suo assassinio. La ricerca della verità viene coperta da un misterioso folclore e l'orrore della guerra si fa sempre più vicino”.
Naturalmente ci sono dei contratti: se Sony nello specifico prevede delle condizioni da rispettare, allora tutti ne sono al corrente e sanno che se vogliono arrivare su PlayStation potrebbero essere costretti a dei compromessi.
L'atteggiamento di Sony non deve quindi sembrare un'eccezione: è ciò che viene fatto sempre, con ogni gioco. Solo che non ce ne accorgiamo perché, di base, gli sviluppatori devono assecondare - in maniera più o meno volontaria - le condizioni delle piattaforme per poter accedere al grande bacino di utenti disponibili su PlayStation o Xbox o console Nintendo o smartphone e tablet basati sui sistemi operativi di Apple e Google; quindi l'operazione di compromesso viene effettuata durante lo sviluppo e solo raramente, come nel caso di Martha is Dead, è palesato anche a chi giocherà.
La libertà creativa è quindi subordinata a quella commerciale esprimibile su una specifica piattaforma.
È lo stesso motivo per cui sebbene i giochi pornografici siano pubblicabili su Steam, tale politica non è sempre chiara.
Per cui Apple ha bandito Phone Story di Molleindustria (Paolo Pedercini), che racconta la filiera della produzione di uno smartphone, compresi i bambini sfruttati in Congo per raccogliere il cobalto.
Per cui la prima edizione di Binding of Isaac non è stata pubblicata su Nintendo 3DS.
Inoltre, la situazione può cambiare rapidamente come ha dimostrato la rimozione di alcuni giochi su GameJolt dopo che la piattaforma ha deciso di togliere ogni gioco che “raffigura, sollecita, promuove, normalizza o glorifica atti sessuali, sollecitazioni sessuali e violenze sessuali” (anche quando avevano zero contenuti sessuali).
Su tali piattaforme i giocatori sono come animali dentro a un recinto invisibile, il cui cibo viene filtrato sulla base dei gusti dei proprietari del terreno dicendo che lo fanno per il nostro bene e che là fuori, oltre il recinto, il mondo può essere brutto.
Massimiliano

Per supportare Insert Coin
Più di un anno fa ho iniziato a scrivere questa newsletter per proporre un'informazione ragionata e contestualizzata in un settore spesso disordinato e a tratti caotico.
Ogni puntata richiede 7-8 ore per essere gestita: per la raccolta del materiale, le tante letture e il tempo di scriverla materialmente.
Puoi supportare il mio lavoro con una donazione su PayPal. Decidi tu quanto donare e se farlo una sola volta oppure regolarmente; ma è il modo più diretto di contribuire alla redazione della prossima puntata. E di quella dopo e di quella dopo ancora.
In ogni caso, potrai continuare a leggere la newsletter ogni settimana. La donazione non fornisce, al momento, contenuti aggiuntivi, ma rappresenta una dimostrazione del tuo supporto.
Puoi anche seguirmi su Telegram, dove condivido tutti i miei articoli, su Twitter, su Facebook e su Instagram. E da qualche giorno anche su TikTok (non ballo, però).
Le manovre difensive di Microsoft
In settimana Microsoft ha cominciato la sua strategia difensiva per rassicurare le autorità regolatorie in vista delle indagini che verranno fatte in tutto il mondo sugli effetti dell'acquisizione di Activision Blizzard King, che costerà 68,7 miliardi di dollari, sarà la più grande del settore videoludico di sempre oltre che la più grande acquisizione mai fatta da Microsoft.
Il presidente di Microsoft, Brad Smith, e l'amministratore delegato, Satya Nadella, hanno tenuto una conferenza stampa per annunciare una serie di novità che riguardano un “negozio di applicazioni universale” che abbraccerà console, mobile e PC e seguirà una serie di “principi”, fra cui la possibilità di non usare il sistema di pagamento di Microsoft, per rendere tale negozio aperto.
Tali principi sono allineati ad alcune leggi che i governi di Paesi come Stati Uniti, Paesi Bassi e Unione Europea stanno configurando per regolamentare i negozi di applicazioni. Smith ha sottolineato che servirà il parere positivo di 17 governi per proseguire con l'acquisizione di Activision Blizzard King.
“Dovremo letteralmente girare il mondo e aiutare i regolatori a comprendere cosa implica l'acquisizione, qual è il mercato in cui si inserisce e, forse ancora più importante, cosa farà Microsoft se avrà l'opportunità di interpretare un ruolo più grande nel settore videoludico” ha detto Smith in conferenza stampa.
I primi negozi digitali a essere coinvolti saranno quelli del mobile e del PC, dove Windows è il sistema operativo più diffuso. Tali principi saranno applicati su Xbox in un secondo momento perché “le console da gioco, nello specifico, vengono vendute in perdita ai giocatori per stabilire un ecosistema solido e percorribile per chi sviluppa videogiochi. I costi vengono poi recuperati successivamente attraverso i ricavi generati dal negozio dedicato”.
In un'intervista alla CNBC, Smith ha sottolineato che a prescindere dal fatto che tali leggi sul mercato delle applicazioni arriveranno a compimento, Microsoft intende proseguire con i suoi principi.
Rispetto all'acquisizione di Activision Blizzard, Smith ha sottolineato che:
 
  • Giochi come Call of Duty e “altri popolari titoli di Activision Blizzard” continueranno a essere disponibili su console PlayStation sia rispetto agli accordi già sottoscritti sia dopo che tali accordi saranno stati soddisfatti;
  • Microsoft è interessata a supportare anche le console di Nintendo. Alla CNBC, Smith ha riferito che Call of Duty è una delle serie che Microsoft vorrebbe trasporre anche sui dispositivi di Nintendo
Il prezzo dello scetticismo
Dall'annuncio di Microsoft del 18 gennaio, le azioni di Activision Blizzard King sono salite, ma non fino al prezzo che Microsoft ha indicato, cioè 95 dollari per azione: navigano sugli 80-81 dollari. La cifra ci dice più di quanto sembri: ci dice, in sostanza, che gli azionisti non sono convinti del tutto che l'acquisizione possa superare lo scoglio delle autorità regolatorie.
Quando una società (o un fondo di investimenti) intende comprare un'altra azienda propone innanzitutto un sovrapprezzo rispetto al valore delle azioni al momento della proposta per ingolosire il consiglio di amministrazione.
Ciò che succede è che quando tale società annuncia il prezzo a cui intende pagare le azioni, la risposta del mercato (cioè degli azionisti) è una: il prezzo delle azioni sale fino a quanto la società che acquista intende pagare.
È una normale reazione: lo spazio viene colmato subito perché una realtà terza ha dichiarato formalmente che le azioni di tale società valgono più di quanto valevano un giorno prima.
Ciò non è successo pienamente con Activision Blizzard King. Venerdì 14 gennaio alla chiusura dei mercati le azioni valevano circa 65 dollari, mentre alla chiusura di martedì 18 gennaio sono salite fino a 82 dollari. E quei 13 dollari rimasti per raggiungere l'offerta di Microsoft? Sono il costo di un certo scetticismo che rimane fra gli azionisti.
D'altronde, nei giorni scorsi l'acquisizione di ARM da parte di Nvidia è stata annullata perché da più di un anno Nvidia non riusciva a convincere le società clienti di ARM (come Apple, Microsoft e Qualcomm) né le autorità regolatorie: era arrivata a un punto in cui non sarebbe più andata avanti e quindi le parti coinvolte - Nvidia da una parte e Softbank, proprietaria di ARM dal 2016, dall'altra - hanno deciso di cambiare strada.
Sarà la Federal Trade Commission e non il Dipartimento di Giustizia a valutare l'operazione Microsoft-Activision Blizzard King: a oggi non sappiamo nemmeno se è stata aperta un'indagine, sebbene sia probabile che ci sarà vista l'entità dell'acquisizione. Il risultato, invece, è tutt'altro che prevedibile.
Quanti giochi su Steam
VGInsights ha esaminato le tendenze dei giochi pubblicati su Steam nel corso d egli ultimi cinque anni, dal 2017 al 2021. In particolare, ha evidenziato alcuni dati sulle vendite, che servono a comprendere lo stato dell'industria dove tanti ci provano e pochi hanno successo o arrivano a essere conosciuti.
La semplicità di pubblicare un gioco autonomamente (su piattaforme come Steam o Itch.io) è conforme ai settori letterari (pubblicare un ebook è molto semplice) o musicali (con Spotify e, ancora prima, Soundcloud).
In sintesi:
 
  • Nel 2021 sono stati pubblicati solo su Steam 11.773 giochi. Nel 2020 erano 9.913
  • Il 27% dei giochi pubblicati nel 2021 ha venduto meno di 100 copie
  • Solo l'8% ha venduto almeno 10.000 copie
  • Il 76% dei giochi è stato auto-pubblicato. Tale percentuale scende al 22% se vengono considerati i giochi che hanno venduto più di 500 copie
  • La maggior parte dei giochi (76%) costano al massimo 9,99 dollari. Il 15,4% è gratuito. In media un gioco su Steam costa 7,8 dollari, in lieve aumento rispetto al 2020 (7,3 dollari)
Naturalmente, bisogna tenere in considerazione che non tutti questi giochi esistono per raggiungere un successo commerciale: tanti sono il frutto del tempo libero di persone indipendenti e perciò sono stati realizzati per la pura gratificazione di giocare quell'esperienza e magari condividerla con altri (persino Wordle, poi comprato dal New York Times, nasce come gioco creato per la compagna di Josh Wardle).
Gli annunci del Nintendo Direct
In settimana si è tenuto un Nintendo Direct. Gli annunci principali:
  • Xenoblade Chronicles 3 uscirà a settembre
  • Il 29 aprile uscirà Nintendo Switch Sports: includerà badminton, calcio, pallavolo, tennis, bowling e chanbara (e in autunno anche il golf)
  • Mario Strikers: Battle League Football debutterà il 10 giugno
  • Il 24 giugno sarà la volta di Fire Emblem Warriors: Three Hopes
  • Su Switch usciranno le trasposizioni dei due Portal di Valve e No Man’s Sky di Hello Games
  • La riedizione dei due Klonoa, intitolata Klonoa Phantasy Reverie Series, arriverà in anticipo su Switch, l'8 luglio
  • Earthbound ed Earthbound Beginnings sono ora disponibili come parte dell'abbonamento a Nintendo Switch Online
L'annuncio più rilevante - e fra poco spiego perché - è quello di una nuova espansione di Mario Kart 8 Deluxe, riedizione del gioco uscito su Wii U: da qui al 2023 Nintendo pubblicherà 48 tracciati rimasterizzati.
Arrivano contenuti scaricabili a pagamento per Mario Kart 8 Deluxe! (Nintendo Switch)
Arrivano contenuti scaricabili a pagamento per Mario Kart 8 Deluxe! (Nintendo Switch)
Tale annuncio spiega alcune cose:
  • esplicita che Nintendo non ha fretta di portare sul mercato Mario Kart 9: Mario Kart 8 Deluxe, uscito nel 2017, continua a essere il gioco più venduto su Switch (43,3 milioni di copie)
  • Nintendo sta aumentando la forza dei suoi servizi, a modo suo: l'espansione sarà inclusa nell'abbonamento Nintendo Switch Online + Pacchetto Aggiuntivo, che già include la più recente espansione di Animal Crossing: New Horizons (entrambe sono acquistabili separatamente). A novembre le persone iscritte a Nintendo Switch Online, la cui versione base dà accesso anche a giochi classici per NES e SNES, erano 32 milioni
  • Poiché i nuovi tracciati usciranno fino al 2023, è probabile che di una nuova Switch non sentiremo parlare prima del 2024. D'altronde, durante l'ultimo resoconto fiscale il presidente di Nintendo Shuntaru Furukawa ha riferito che Switch si trova “nel mezzo del suo ciclo vitale” e ha sottolineato che sta vivendo un momento commerciale molto positivo.
In breve
Giochi:
 
 
Aziende:
 
  • In futuro Platinum Games, creatore di giochi come Bayonetta e Vanquish, si concentrerà su produzioni che coinvolgano i giocatori per più tempo. Il riferimento è probabilmente a meccaniche simili ai giochi come servizio
  • Take-Two ha registrato ricavi in aumento, grazie ai risultati commerciali di Grand Theft Auto: The Trilogy - Definitive Edition, che ha superato ampiamente le aspettative, e Grand Theft Auto 5, che dal lancio ha venduto 160 milioni di copie e generato ricavi per 6 miliardi di dollari. Ai risultati positivi hanno contribuito anche NBA 2K22 e Red Dead Redemption 2
  • I giochi di Zynga, che Take-Two ha annunciato che intende acquisire, sono stati giocati da 184 milioni di persone al mese fra ottobre e dicembre 2021, in crescita del 38% su base annua
  • Il profitto operativo di Rovio è cresciuto nel quarto trimestre 2021 grazie al successo di Angry Birds 2, Angry Birds Dream Blast e Andry Birds Friends
  • In settimana Roblox ha chiuso accordi con McLaren, The Brit Awards, la NFL e Alo Yoga
 
Esport:
 
Ti piace questa newsletter?
Insert Coin

La più grande industria dell'intrattenimento, ogni domenica mattina.

Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Insert Coin con Revue.